tosini group news

Isole ecologiche: a cosa servono?

26 OTTOBRE 2020


Per motivi igienici, ambientali e di decoro urbano, ormai da lungo tempo, i comuni italiani si sono attrezzati con le isole ecologiche. Dette anche ecocentri o ecopiazzole, le isole ecologiche sono delle aree delimitate, spesso di proprietà del comune e sorvegliate da personale addetto, in cui si effettua raccolta differenziata dei rifiuti.

La normativa vigente definisce così l’isola ecologica: “un’area presidiata ed allestita, senza ulteriori oneri a carico della finanza pubblica, per l’attività di raccolta mediante raggruppamento differenziato dei rifiuti per frazioni omogenee conferiti dai detentori per il trasporto agli impianti di recupero e trattamento” .

La raccolta nelle isole ecologiche: come avviene?
Le isole ecologiche, aperte solitamente in determinati orari e giorni della settimana e coordinate da personale addetto, sono state ideate per consentire ai cittadini di portarvi rifiuti non smaltibili tramite il normale sistema di raccolta, come ad esempio i rifiuti ingombranti, speciali o pericolosi e i Raee (apparecchiature elettriche ed elettroniche), secondo determinati raggruppamenti.

I rifiuti solitamente vanno portati già divisi per tipo, e se possibile, ridotti di volume, all’interno è poi il personale addetto dà le giuste indicazioni per smaltire nel modo più corretto i rifiuti.

I materiali che si possono smaltire nelle isole ecologiche
Ecco un elenco di materiali smaltibili nelle aree ecologiche: piccoli o grandi elettrodomestici (come frigoriferi, condizionatori, lavatrici, lavastoviglie, termoconvettori, forni); schermi (di televisori e monitor di computer); neon e lampade a scarica; rifiuti vegetali (sfalci d’erba e ramaglie); ceramica, terracotta, piastrelle, mattoni; oggetti non riciclabili di grandi dimensioni (materassi, divani, poltrone, lastre retinate, vetrocamera); oggetti di plastica di grandi dimensioni (mobili da giardino, taniche, parti di sedie in plastica, giocattoli in plastica senza parti elettriche, custodie in plastica di cd, dvd e videocassette. Ma anche gomme per auto, moto, biciclette; olio da cucina, olio per motori; pile a stilo, pile a bottone, pile rettangolari, batterie per cellulari; cartucce e toner; e medicinali scaduti (fiale per iniezioni, disinfettanti, sciroppi, pastiglie, pomate).
Un’ampia gamma di prodotti che possono essere quindi smaltiti con sicurezza, portando così notevoli vantaggi alla comunità in termini di decoro pubblico, igiene e ambiente.

Tosini Group ha sviluppato un software, Galassia, che consente di gestire e monitorare gli accessi dell’utenza alle piattaforme ecologiche, identificare il cittadino e registrare in tempo reale varie informazioni sulla fruizione dei servizi, come ad esempio il numero degli accessi alle piattaforme ecologiche il numero e tipologia dei conferimenti effettuati, la quantità di acqua prelevata dai distributori di acqua microfiltrata e refrigerata.
Galassia permette di evidenziare in tempo reale eventuali comportamenti scorretti da parte degli utenti, consentendo al Comune di monitorare l’attività quotidiana evitando sistemi di controllo aggiuntivi.

Scopri di più sul nostro sito http://www.tosinigroup.com/software-galassia.php


INDIETRO
Tosini Group S.r.l. - Via E.Rizzi, 10 - 25134 Brescia
P.IVA: 02959530987 - © Copyright 2017-2021
PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY - SW - HW
PEC: tosinigroup@pec.it
Web project by Visualevent Srl
Tutti i diritti riservati - Valid HTML
gestua
tosini su facebook    tosini su google plus
Home
Chi siamo
Soluzioni
Assistenza
Case history
News
Contatti
tosini group
MENU
menu tosini group menu tosini group